Kit 100x40 con fissaggio a bulloni

1070030600001

Scaffale H=187 cm, composto da 5 ripiani con rinforzo da 100x40 cm, con accessori e viteria compresa, il tutto in lamiera verniciata di colore grigio(RAL 7038). Non necessita di fissaggio a muro.

More details

24,60 €

Valutazione media: 5/5 - Nº valutazioni: 1
Altezza (cm) 187
Larghezza (cm) 100
Profondità (cm) 40
N. ripiani 5
Tipologia ripiani Con rinforzo
Portata ripiano 65 kg (con carico uniformemente distribuito)
Colore grigio RAL 7038
Fissaggio bulloni

Componenti inclusi nel Kit

Angolare con asolature per fissaggio bulloni H 95 cm, in lamiera di colore grigio (RAL 7038) 8 pz
Piano di appoggio L 100 cm e P 40 cm, colore grigio (RAL 7038) 5 pz
Piedino in pvc 3,5 cm x 3,5 cm 4 pz
Bullone M6x10 per fissaggio piani 40 pz
Dado M6 per fissaggio piani 40 p

Consegna in pochi giorni

Con corriere espresso (il costo viene proposto prima della conferma d'ordine, perchè è calcolato in funzione del peso, del volume e della provincia di destinazione della merce ordinata).


Devi essere registrato per poter lasciare un commento


Scrivere una recensione


rating



Prodotti visti

PayPal

2 Prodotti correlati

Faqs

    1.Gli scaffali devono essere fissati a muro ?

    Nessuno degli scaffali forniti sul nostro shop on line richiede di essere fissato a muro, perchè tutti hanno stabilità sufficiente per assolvere alle loro funzioni senza ulteriori accorgimenti.

    Ciò non toglie che gli scaffali si possano fissare a muro, visto che sono tutti dotati di forature specifiche sui montanti

    2.Quali sono le differenze tra gli scaffali a bullone e quelli ad incastro ?

    Le misure disponibili e le portate per ogni misura di piano sono molto simili tra loro per le 2 famiglie di prodotto.

    La differenza principale sta nel fatto che lo scaffale ad incastro è ovviamente più agevole da montare e da smontare di quello a bullone. Per quest'ultimo inoltre può essere necessario controllare ed eventualmente serrare i bulloni, nel caso in cui si siano allentati per le sollecitazioni e/o i movimenti ricevuti nel tempo.

    Lo scaffale ad incastro, una volta montato, risulta leggermente più stabile di quello a bullone, soprattutto nel caso di più campate contigue, perchè i montanti si possono incastrare tra di loro, creando così un corpo unico molto stabile.

    L'ultima differenza riguarda il fatto che lo scaffale ad incastro viene fornito in lamiera zincata, mentre quello a bullone è verniciato grigio. Il primo tipo soddisfa maggiormente chi ricerca uno scaffale più resistente alla corrosione e ai graffi, il secondo chi ricerca un'estetica più curata.

    3.Come si monta lo scaffale componibile a bulloni ?

    Di seguito riportiamo tutti i dati utili al corretto montaggio dello Scaffale Componibile a Bulloni

    E’ il più classico degli scaffali componibili ed il suo montaggio è molto intuitivo. E’ sufficiente infatti utilizzare i bulloni e i dadi presenti nell’apposita confezione, che contiene 40 bulloni con stelo L=14 mm e diametro 8 mm + 40 dadi di diametro 8 mm. Questa quantità è ideale per il fissaggio di una confezione completa da 5 ripiani di qualsiasi misura, perché si utilizzano 8 bulloni per ogni ripiano, così da averne 2 per ogni angolo e garantire quindi una buona stabilità della struttura.

    Se si sceglie invece il montante da 3,5x5,5 cm è possibile utilizzare 3 bulloni per ogni angolo del ripiano ed ottenere così una stabilità ancora maggiore. Questi montanti inoltre garantiscono una maggiore portata complessiva dello scaffale e diventano quindi utili nel caso in cui si prevedano molti livelli per ogni singolo scaffale (da 7 ripiani in su) ed ogni livello sia caricato con molto peso (pesi superiori al 60-70 % della portata garantita per ogni singolo ripiano).

    I bulloni devono essere ben serrati con apposite chiavi di diametro 13 mm e il loro serraggio deve essere periodicamente controllato, per evitare traslazioni dello scaffale, generate da eventuali allentamenti della bulloneria.

    Lo scaffale può essere montato da soli, anche se non è così agevole come nel caso dello scaffale ad incastro. Si consiglia di utilizzare un piano di appoggio per il fissaggio del primo ripiano (quello posizionato più in basso), sistemando i primi due montanti in orizzontale e fissando quindi i primi 4 bulloni. Ruotando poi lo scaffale di 90° è possibile fissare il terzo montante (sempre disposto sul piano di appoggio) e, con un ultima rotazione, anche il quarto. Da questo momento in poi i ripiani possono essere fissati anche con lo scaffale in verticale (nella propria posizione naturale).

    Ai fini di un corretto montaggio, è importante assicurarsi di spingere bene i ripiani contro le pareti dei montanti, prima di fissare definitivamente i bulloni. Si raccomanda infine l’utilizzo di guanti da lavoro durante il montaggio della struttura, per evitare di incorrere in inutili infortuni.

    Le portate dei ripiani e dello scaffale nel suo complesso sono garantite nel caso di una distribuzione omogenea dei ripiani in altezza, con un minimo di 4 ripiani per scaffale. Nel caso di un numero inferiore di ripiani o di una distribuzione concentrata su specifiche aeree del montante, si consiglia il fissaggio dello scaffale a muro e/o l’utilizzo di crocere, per stabilizzare sufficientemente la struttura. Queste ultime sono consigliate anche nel caso di scaffali con alto rapporto tra larghezza e profondità dei ripiani (ripiani larghi e poco profondi) e contemporanea altezza dello scaffale oltre i 2 metri. In tutti gli altri casi lo scaffale garantisce un’ottima stabilità, soprattutto se non si tratta di campate singole. Nel caso di problemi di sicurezza, si consiglia comunque il fissaggio dello scaffale a muro, per evitare conseguenze dettate da comportamenti inappropriati, come nel caso di una persona che si arrampica sullo scaffale.

    Per ognuna delle 2 sezioni di montanti (3,5x3,5 cm e 3,5x5,5 cm) sono disponibili gli appositi piedini in plastica (piedini da 3,5x3,5 cm o piedini da 3,5x5,5 cm) da incastrare sotto ogni montante. Questo articolo evita che lo scaffale, a causa del carico concentrato sulla sezione alla base dei montanti, incida e/o graffi il pavimento sottostante.

    Nel caso di più campate affiancate, si può decidere di utilizzare una singola coppia di montanti per unire fra loro le due campate, riducendo il numero complessivo di montanti, piedini e bulloni utilizzati. Questa soluzione consente un discreto risparmio totale, ma permette di assemblare una struttura complessivamente un po’ meno stabile. Nel caso poi in futuro si renda necessario svincolare una campata dalle altre, sarà naturalmente necessario acquistare i componenti mancanti (montanti, piedini e bulloni).

    Le composizioni possibili con questo tipo di scaffale sono molteplici ed è possibile procedere in qualsiasi direzione con ogni singola campata. Nel caso di scaffali ad angolo si può decidere di fissarsi al montante anteriore della campata precedente o a quello posteriore. In quest’ultimo caso si otterrà un maggiore sfruttamento dello spazio disponibile, ma un’accessibilità meno agevole ad una delle 2 campate, a causa della loro sovrapposizione.

     

Prodotto aggiunto al confronto